Confusione è parola inventata per indicare un ordine che non si capisce. Henry Miller

E difatti qui ci capisco solo io, nella gran confusione che, negli anni, si è generata tra articoli, articoletti, cose serie e sciocchezze di vario genere…

Comunque, a dire il vero, un po’ di ordine nel disordine è stato fatto, raggruppando in 3 macro aree le news, le sciocchezze e le cose serie che proprio news non sono.

Buon divertimento!

Messaggio di solidarietà:

Logo Dottor Sorriso

La clownterapia, detta anche terapia del sorriso è una tecnica di terapia d’appoggio praticata da clown ospedalieri, artisti appartenenti ad enti privati (associazioni, cooperative, fondazioni, ecc.) che hanno affrontato una formazione iniziale per lavorare in ambito sanitario. attraverso tecniche derivate dal circo e dal teatro di strada, rivolta a pazienti, specialmente bambini, ricoverati in strutture ospedaliere – ma anche in case di riposo, case famiglia, orfanotrofi, centri diurni, centri di accoglienza, per alleviarne lo stato d’ansia e la sofferenza.

Il clown dottore (anche clown di corsia) è un operatore specificamente formato (in Italia la formazione va da un minimo di 150 ore a master universitari) per applicare le conoscenze della Gelotologia e della Psiconeuroendocrinoimmunologia nei contesti di disagio, attraverso le arti del circo.

Egli lavora in coppia con un altro clown dottore, sfruttando le arti del Clown (Umorismo, Improvvisazione teatrale, Prestidigitazione, Marionette, Musica etc.) per cambiare il segno delle emozioni negative delle persone che vivono un disagio sanitario e/o sociale. Essi, a seconda del contesto, possono effettuare comicoterapia passiva (far ridere) o attiva (essere stimolatore di produzione comico/umoristica da parte dei suoi interlocutori).

Il clown trasforma il reparto o la camera d’ospedale – cornici fredde e distaccate dove vivono i pazienti – in un ambiente magico, in cui la risata si fa strumento di gioia e sicurezza, incoraggiando al dialogo, quale forma essenziale di interazione e legami. Inoltre prova a stabilire con gli spettatori un rapporto umano di fiducia e confidenza, capace di far dimenticar la quotidianità della vita ospedaliera, a profitto della fantasia e dell’immaginazione. L’importanza di questa figura non si esaurisce nella figura del paziente, bensì si estende a tutta la sua famiglia, proprio perché i miglioramenti del malato vengono vissuti e condivisi anche da coloro che lo circondano con amore e affetto [fonte: wikipedia]

 

Babelweb.it sostiene (con modesto contributo)
Logo Dottor Sorriso

 

https://www.heritageinpsieme.it/wp-content/uploads/Bando_Estate_INPSieme_2018_Estero.pdf

Per saperne di più…  e per donare un sorriso anche tu…