Come far crescere un’anguria od un melone in giardino?

In estate, vogliamo mangiare frutta fresca di stagione, quella del sud Italia per intenderci. Pesche, albicocche, ciliegie, nespole ecc. Ma la frutta estiva per eccellenza, signore e signori, è il cocomero (o anguria o melone come localmente denominato). Generalmente la frutta la compriamo al mercato o al negozio di fiducia ed acquistiamo, e mentre per avere pesche, albicocche, ciliegie e nespole dobbiamo necessariamente acquistarle, per angurie e meloni non è esattamente così. Inoltre, quante volte il nostro entusiasmo si è trasformato in delusione nel constatare che il frutto non era maturo?

E quindi si getta via…

Ma chi ha la fortuna di avere anche un piccolo giardino, anche se situato in una regione non particolarmente calda come Sicilia, Campania, Puglia o Calabria, sebbene non possa piantare alberi da frutto certamente può cimentarsi nella semina del cocomero.

Come si fa?

Innanzitutto si acquistano i semi in uno dei tanti negozi, anche online se ne trovano a decine. Il periodo migliore nel Sud Italia è verso marzo e fino alla metà di Aprile, al nord anche fino a tutto maggio. I semi vanno piantati in postarelle nella quantità di 5-6 semi per buchetta, interrandoli a circa 3-4 centimetri di profondità, possibilmente (molto meglio)con l’apice rivolto verso il basso.

Se decidete di piantarli in una cassettina tipo quelle da frutta, assicuratevi che il terreno sia tendenzialmente acido, cioè con un ph sopra ai 5,5 che potrete verificare sulla confezione da acquistare. Avrete magari cura di concimarlo con prodotti specifici possibilmente non chimici (lo stallatico è ideale). Dopo aver interrato i semini, abbiate cura di coprire il tutto con del cellophane per creare un microclima.
Quando le piantine spuntano, è necessario rimuovere il cellophane e periodicamente girare la scatola alla luce dai diversi lati, per far si che le piantine crescano in modo uniforme.

Raggiunta un’altezza di circa 4-5 cm, le piantine possono essere piantate direttamente nel terreno, in luogo caldo e ben illuminato in modo che i germogli diventino sempre più forti. Le piantine dovrebbero essere piantate in piena terra all’incirca all’inizio di giugno.

E’ ovvio che sarà necessario assicurare la giusta quantità di acqua, curando anche di eliminare l’eventuale presenza di erbacce che possono sottrarre nutrimento ai nostri cocomeri.

Un particolare da conoscere è che i germogli laterali della pianta vanno rimossi, poiché i frutti si formano solo sui baffi principali.

Quando inizieranno a crescere, sarà anche opportuno evitare che il frutto tocchi il terreno, poichè l’umidità del terreno stesso potrebbe farli marcire, magari sistemando del compensato sotto o appendendoli a delle reti.

A fine luglio e inizio agosto, i meloni matureranno, mentre le angurie matureranno più tardi di circa 2-3 settimane.

Se tutto va bene quindi, tra luglio ed agosto potrete assaggiare il cocomero fai da te…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *