Erbe aromatiche di cui non fare a meno

Erbe aromatiche sul balcone
Alla Casa Bianca Michelle e Barack Obama coltivano zucchine e broccoli, nei giardini vaticani è stato realizzato un orto per una dispensa naturale destinata al desco papale. Il naturale fai-da-te insomma impazza. Privilegio per pochi? Non proprio. Anche chi non ha un giardino od un fazzoletto di terra può avere il suo piccolo orticello.

Sul balcone infatti possiamo realizzare un piccolo orto facilmente accessibile, dove cominciare a coltivare piante aromatiche indispensabili per una cucina leggera e gustosa e dalle indubbie virtù salutari.

Dunque se abbiamo a disposizione un balcone esposto al sole (requisito indispensabile) e dei vasi di almeno una ventina di centimetri di diamtro, possiamo iniziare a realizzare il nostro orticello domestico.

Le piantine le possiamo acquistare o, se vogliamo, anche piantare i semi qualora la cosa ci renda maggior soddisfazione. In ogni caso i vasi vanno preparati tutti con argilla o ghiaetto sul fondo per consentire il drenaggio, mentre il terreno deve essere leggero e contenente le sostanze adatte minerali adatte al tipo di pianta che abbia deciso di far sviluppare.

Quindi dopo aver trapiantato le piantine acquistate o fatte nascere nel semenzaio, dobbiamo preoccuparci di annaffiarle con regolarità, possibilmente nelle prime ore del giorno, evitando ristagni di acqua. Mal che vada si possono anche innaffiare al tramonto, comunque mai in piena luce del sole sia per evitare eventuali shock termici ma anche per diminuire il consumo di acqua, che tenderebbe ad evaporare con maggio facilità. E’ un suggerimento che vale anche per le piante in vaso e non necessariamente per i grandi poderi.

Concimatele regolarmente con prodotti adatti, all’incirca ogni mese durante il periodo vegetativo, che devono contenere sostanze come il potassio, l’azoto, il fosforo e microelementi specifici).

Più piante possono essere sistemate in un unico vaso, ma l’importante è tenere conto delle diverse esigenze d’acqua. Ad esempio si possono mettere insieme timo, rosmarino e santoreggia oppure basilico, cedronella e maggiorana, mentre la menta si adatta di più al cerfoglio o e dragoncello. In genere le piante aromatiche amano stare esposte al sole, ma nei periodi più caldi dell’anno è meglio spostarle a mezzombra, almeno nelle ore centrali della giornata.

Il basilico ama la luce del sole ma patisce il gran caldo od il vento, ha proprietà digestive ed antispasmodiche ma anche antisettiche. E’ utilizzato anche per bagni rilassanti, deodorati e tonificanti.

Il prezzemolo vuole la penombra ed un terreno umido, è ricco di vitamina C, A, Calcio e Ferro ed ha proprietà diuretiche e depurative. Il suo alto contenuto di vitamina C gli conferisce una funzione antistenica, aumentando il tono muscolare e la resistenza alle fatiche.

Il rosmarino ama il sole e preferisce essere appoggiato ad un muro. Aiuta la digestione, stimola l’appetito e la secrezione gastrica. E’ un calmante della tosse nonchè utile nei trattamenti reumatici, ma anche impiegato contro i dolori articolari e nei disturbi circolatori. Nel bagno ha proprietà tonificante e defaticante.

L’erba cipollina preferisce l’ombra ma cresce anche al sole, contiene molta vitamina C e fosforo e possiede spiccate proprietà depurative e dietetiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *